Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Ipoparatiroidismo secondario con elevata calciuria
#1
Buongiorno, Ho 34 anni e soffro di ipoparatiroidismo da marzo 2019, in seguito alla rimozione della tiroide per carcinoma. Da allora assumo calcio carbonato (1,5 g al giorno) e calcitriolo, ma ho sempre calcemia bassa (8,4 max) e calciuria elevata (sopra 600). Fosforo e magnesio nei limiti. L’endocrinologa che mi segue mi ha proposto di assumere un diuretico, di cui non ho chiara la funzionalità... perché non assimilo il calcio? c’è Una soluzione?? Qualcuno ha risolto avendo la mia stessa esperienza? 
Grazie .....
Cita messaggio
#2
Salve Giada, io ho 25 anni e sono effetto da ipoparatiroidismo dall’età di 18 mesi. Prendo da tutta la vita calcitriolo e calcio carbonato, e mi è capitato spesso di avere livelli bassi di calcio nel sangue, per fortuna senza problemi. A me hanno aumentato varie volte il calcitriolo fino a max 0.5x4 nell periodo di sviluppo, ed al momento ne prendo 0.75 al giorno, assumendo 1.5mg di calcio carbonato. ed ovviamente aumentando gli alimenti ricchi di calcio. (Il calcitriolo a lungo andare da problemi ai reni, quindi sarebbe meglio cercare di assumerne il minimo indispensabile) Lo scorso anno la mia dottoressa mi ha prescritto anche a me un diuretico, l’idroclorotiazide. Questo per far sì che i reni “lavorino” di piu, perché assumendo il calcio c’è la possibilità di calcoli renali, e ti porta a bere piu acqua e andare al bagno piu spesso, diciamo pulendo piu spesso i reni, ma senza fastidi. Al momento sto bene, ma a breve inizierò la terapia con il Forsteo aspettando/sperando di poter prendere la molecola intera, Natpar. Spero di esser stato di aiuto, è molto importante l’alimentazione. Saluti, Gabriel.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)